Le tecniche possono essere:

Moxibustione diretta: si utilizza lana grezza, si formano dei coni di varie grandezze, piccoli come chicco di riso, medi come un nocciolo di dattero, grande come un fagiolo; si poggia la base larga sul punto, poi si accende alla punta del cono, si aspetta che bruci tutto, a questo punto si può toglierlo non appena il paziente sente un calore intenso.

Moxibustione indiretta: i coni di moxa non vengono messi sulla pelle direttamente ma viene messo, tra la pelle e la moxa, una fetta di ginger, di aglio, sale grosso. Per esempio in una diarrea si può mettere del sale grosso nell’ombelico con o senza una fetta di ginger, poi coni di moxa.

Tecniche di sigaro di moxa: si usano dei bastoncini di foglie di Artemisia arrotolate in carta di gelso, con i quali, una volta accesi, possiamo riscaldare un punto o una zona leggermente distante dalla pelle, muovendo il sigaro in senso circolare o a “beccata di passero”. Per esempio, questo metodo viene utilizzato per far girare il feto che si trova in posizione podalica riscaldando solamente il 67 V (meridiano Vescica) ZHI YIN, posto all’angolo ungueale esterno del quinto dito del piede destro e sinistro. Il capovolgimento fetale avviene, se non ci sono impedimenti tecnici quali : una ridotta quantità di liquido amniotico oppure il cordone ombelicale intorno al collo.

Tecnica dell’ago riscaldato: dopo aver inserito l’ago nel punto di un meridiano, si applica un cono di moxa sul manico dell’ago, questo permette di favorire l’entrata del calore nel meridiano. Questa tecnica, per esempio, è molto utile nelle patologie osteo-articolari causate da freddo, freddo umidità, nelle astenie da deficit di Energia.

In termini molto semplicistici, la moxibustione è stata considerata da molti più adatta per le malattie croniche, mentre l’agopuntura è ritenuta più efficace per i disturbi acuti. In termini energetici, la moxa è indicata per le malattie che presentano un deficit di Yang o di Yin e le malattie provocate dal freddo e/o dall’umidità.

L’uomo è un microcosmo, che vive in un macrocosmo : abbiamo il cielo che è Yang, la terra che è Yin, quindi siamo influenzati da influssi Yang/ positivo, e influssi Yin/ negativo. Tutto questo deve essere sempre in equilibrio, se questo non c’è, ci ammaliamo : l’agopuntura e la moxibustione servono per riequilibrare il nostro sistema Energetico.